Prossime uscite

Sulla povertà della psichiatria
settembre

Sulla povertà della psichiatria

Il grande dibattito sull’esistenza o la non esistenza della malattia mentale e sulla funzione normalizzante della psichiatria che ha attraversato gli anni ’60 e ’70 oggi si è spento. La cultura delle neuroscienze prevale, alimentando l’egemonia del modello biomedico mentre procede a brevettare molecole e farmaci. L’ambizione di questo libro non è meramente formulare una critica della psichiatria contemporanea, ma indicare strade possibili perché possa uscire dal vicolo cieco nel quale è intrappolata.

€ 18.00 in uscita
Rifare il mondo del lavoro
settembre

Rifare il mondo del lavoro

L’alternativa alla uberizzazione dell’economia

In Europa il mondo del lavoro è stretto tra due alternative: liberalizzazione selvaggia alla Uber o difesa di diritti che ormai riguardano solo delle minoranze.
Esiste una terza via?
In questo libro l’amministratore delegato di SMart, una delle principali cooperative di lavoro europee – una realtà che ha radunato migliaia di lavoratori autonomi di vari settori in un’organizzazione mutualistica – ne illustra i profili: innovazione sociale, economia quaternaria, reddito universale, cooperazione, mutualismo, democrazia e partecipazione.
Argomentazioni dirette e chiare per capire come rifare il mondo del lavoro.

€ 12.00 in uscita
Esclusi
settembre

, ,

Esclusi

La gobalizzazione neoliberista del colonialismo di insediamento

La logica di eliminazione delle popolazioni sottomesse, tipica della fase attuale del neoliberismo, è il fondamento di questo libro che affronta il tema attualissimo del colonialismo d’insediamento. Perché è dall’unione di un gruppo di ex insediamenti coloniali che si è sviluppata l’incontestata potenza egemone globale. Perché il colonialismo di insediamento, come modo specifico di dominio, è diventato globale e definisce gli ordinamenti politici attuali. Perché il colonialismo di insediamento è diventato un paradigma necessario.

€ 18.00 in uscita
Il diavolo e il feticismo della merce
settembre

Il diavolo e il feticismo della merce

Antropologia dell’alienazione nel capitalismo

Il diavolo e il feticismo della merce è ormai un classico dell’antropolgia contemporanea. Michael Taussig, antropologo australiano, esplora qui il significato sociale della figura del diavolo nel folklore diffuso tra i lavoratori delle piantagioni e tra i minatori in Sud America. La trasformazione del male in feticcio fa da mediazione al conflitto tra forme di oggettivazione dell’essere umano che precedono e seguono l’avvento del capitalismo.

€ 20.00 in uscita