Autore › Ilaria Agostini

ricercatrice di Urbanistica all’Università di Bologna, è docente presso il dottorato di Ingegneria dell’architettura e dell’urbanistica della Sapienza di Roma. La sua ricerca verte sui temi della vita situata: gli ambienti urbani e rurali che la accolgono, i modi della trasformazione territoriale, le politiche della città e del paesaggio.
Tra i suoi libri: Il paesaggio antico (Aión, 2009), Il diritto alla campagna (pref. Vandana Shiva, Ediesse, 2015), La città e l’accoglienza (con E. Scandurra et al., manifestolibri, 2017).
Ha curato: Viaggio in Italia. Le città nel trentennio neoliberista (con P. Bevilacqua, manifestolibri, 2016); Consumo di luogo. Neoliberismo nel disegno di legge urbanistica dell’Emilia-Romagna (Pendragon, 2017).

IN CATALOGO


Miserie e splendori dell’urbanistica

,

Miserie e splendori dell'urbanistica

Per ricostruire una “buona urbanistica” è allora necessario ripartire dalla osservazione dei conflitti sul territorio; dai saperi critici che ne derivano; e dalle nuove forme di esistenza collettiva che si prendono cura degli ambienti di vita, delle relazioni ecosistemiche, che rigettano la logica economica del "prendere senza restituire". Che contengono il germe di altri mondi possibili.

Miserie e splendori dell'urbanistica
€14,45
€17,00
Lista dei desideri