Autore › Franco Berardi (Bifo)

Franco Beradi (Bifo), fondatore della storica rivista «A/traverso», foglio del movimento creativo di Bologna, e tra gli iniziatori di Radio Alice, è autore di numerosi saggi su trasformazioni del lavoro, innovazione e processi comunicativi. Tra i suoi libri: Telestreet. Macchina immaginativa non omologata (insieme a Jacquement e Vitali, 2003), Alice è il diavolo. Storia di una radio sovversiva (2002), Un’estate all’inferno (2002), La fabbrica dell’infelicità (2001), La nefasta utopia di Potere Operaio (1997).

Franco Beradi (Bifo), fondatore della storica rivista «A/traverso», foglio del movimento creativo di Bologna, e tra gli iniziatori di Radio Alice, è autore di numerosi saggi su trasformazioni del lavoro, innovazione e processi comunicativi. Tra i suoi libri: Telestreet. Macchina immaginativa non omologata (insieme a Jacquement e Vitali, 2003), Alice è il diavolo. Storia di una radio sovversiva (2002), Un’estate all’inferno (2002), La fabbrica dell’infelicità (2001), La nefasta utopia di Potere Operaio (1997).

IN CATALOGO


Il secondo avvento

Il secondo avvento

Astrazione apocalisse comunismo

Qui si racconta l’attuale divenire del mondo secondo la metafora dell’apocalisse. La brutalità si è impadronita delle relazioni umane e il nazional-socialismo riemerge come forza egemonica all’orizzonte del secolo. Eppure…

Il secondo avvento
€8,00
Lista dei desideri

Quarant’anni contro il lavoro

Quarant'anni contro il lavoro

La ricerca di una liberazione possibile del tempo di vita dalla schiavitù del lavoro salariato percorre quarant’anni dell''attività saggistica di Franco Berardi Bifo: dagli articoli degli anni Settanta, pubblicati su fanzine e libretti autoprodotti, ai saggi sulla formazione della rete negli anni Novanta, fino alle profezie apocalittiche del primo decennio del XXI secolo.

Quarant'anni contro il lavoro
€18,70
€22,00
Lista dei desideri

L’anima al lavoro

L'anima al lavoro

Alienazione, estraneità, autonomia

Siamo nell’epoca dell’anima al lavoro. Quali sono gli effetti patogeni – sulla vita, le relazioni, l’autonomia – di questa cattura della sfera più intima del soggetto da parte del Capitale? Che ne resta del pensiero critico nella sua relazione con le trasformazioni del lavoro e della tecnologia negli ultimi decenni del XX secolo?

ESAURITO
€13,60
€16,00
Lista dei desideri