I confini dell’inclusione

, ,

La civic integration tra selezione e disciplinamento dei corpi migranti

€ 20.00 € 17.00 novità -15%

La civic integration è proposta come una nuova visione dei processi di inclusione dei migranti. Anche se sembra richiamarsi a un immaginario incentrato sui princìpi costituzionali, in realtà «l’integrazione civica» agisce come un dispositivo di disciplinamento «morale».  Una visione che, a livello culturale, mira a produrre un certo grado  di «assimilazione» rispetto ai presunti «valori» fondativi della comunità «ospitante». La presenza dei migranti nello spazio nazionale è dunque utile, e quindi gradita, a determinate condizioni, e deve essere modulata sulla base delle esigenze della componente «autoctona» della popolazione.

I confini dell’inclusione
novità -15%

Stesso Tema