Sul fronte del sisma

Una inchiesta militante sul post-terremoto dell’Appennino centrale (2016)

  • ISBN
    978-88-6548-238-4
  • Pagine
    160
  • Anno
    2018
  • Collana
  • Tema
  • Tags
€ 15.00 in uscita

La serie di eventi sismici che a partire dal 24 agosto 2016 ha colpito l’Appennino centrale ha comportato uno dei disastri socio-naturali più significativi della storia recente d’Italia. Alla grave sequenza di scosse ha fatto seguito un’emergenza caotica tra risposte istituzionali equivoche, solidarietà dal basso, popolazioni trasferite a decine di chilometri e macerie immobili nel tempo. I territori diventano oggetti contesi tra varie strategie di rilancio eterodirette e accelerazione dei processi di grave impoverimento e abbandono. È dalla constatazione dell’inedita complessità di questa situazione che è nata, grazie a una chiamata di ricerca delle Brigate di Solidarietà Attiva, la volontà di avviare una ricerca multidisciplinare, volontaria e militante che si interrogasse criticamente sui diversi aspetti del post sisma, mettendo in relazione le conoscenze generate dalla pratica mutualistica e dalla politica attiva con l’approccio della ricerca scientifica per affiancare le popolazioni sfollate. Un osservatorio permanente composto da ricercatori, professionisti e accademici che hanno aderito all’appello dando vita a un’esperienza di ricerca collettiva e autogestita, con l’obiettivo di produrre conoscenza critica dal basso, utile sia rispetto alla ricerca di base, quindi per il progresso scientifico. Una battaglia per la sopravvivenza di un territorio e per la partecipazione diretta ai processi di emergenza e alla ricostruzione.

Sul fronte del sisma
maggio